Pacchetto Capalbiola ‘NOTTI ROSA’

IN GIRO CON IL GIRO

2  NOTTI   (IN  13/5 –  OUT  15/5 ) A PARTIRE DA 670€ PER COPPIA

(sistemazione in Camere Deluxe)

  • 2 giornate ‘inseguendo il Giro’ con e bike, guida e rientro in navetta
  • Cena tipica toscana

3  NOTTI   (IN  12/5 – OUT 15/5) A PARTIRE DA 840€ PER COPPIA

(sistemazione in Camere Deluxe)

  • Aperitivo di benvenuto
  • 2 giornate ‘inseguendo il Giro’ con e bike, guida e rientro in navetta
  • Cena tipica toscana

 

PROGRAMMA

12/5 APERITIVO DI BENVENUTO

13/5 ‘INSEGUENDO LA TERZA TAPPA DEL GIRO’

Partenza dalla Capalbiola lungo la via Origlio, l’antica via Aurelia percorsa dalle legioni imperiali, per costeggiare il lago di Burano. Siamo nel cuore della prima Oasi WWF, fondata nel 1965 che rappresenta un’ecosistema unico nel panorama nazionale, esempio riconosciuto dell’Italia intatta. Si  risalire fino ad Ansedonia per scoprire la città di Cosa, colonia romana edificata nel 273 a.C. su un promontorio per controllare il territorio appena sottratto agli etruschi. Pedalando si attraversa la Feniglia, celebre spiaggia dell’Argentario, per approdare a Porto Ercole, suggestiva località marinaresca, fortificata durante la dominazione spagnola.  Sulla sue coste fece naufragio Caravaggio, in fuga da Malta. Pausa pranzo presso le Viste, punto d’osservazione sull’Isolotto, prima di raggiungere la laguna di Orbetello e attendere l’arrivo del Giro. Qui infatti termina la terza tappa, partita in mattinata da Vinci, patria del genio rinascimentale di  Leonardo, a cui il mondo rende omaggio nel cinquecentenario della sua morte. Rientro alla Capalbiola con navetta.

14/5 ‘INSEGUENDO LA QUARTA TAPPA DEL GIRO’

Partenza dalla Capalbiola verso Albinia per assistere al passaggio dei ciclisti del Giro, in corsa verso Frascati, nel Lazio. Si punta verso Capalbio, gioiello medievale considerato uno dei borghi più belli d’Italia, insignito da Legambiente delle 5 vele per il suo mare incontaminato. Dagli affreschi attribuiti al Pinturicchio custoditi nelle chiese del centro storico all’opera contemporanea dell’artista franco-statunitense  Niki de Saint Phalle. La visita al Giardino dei Tarocchi merita il viaggio, proprio come decidono di fare ogni anno le decine di migliaia di visitatori che arrivano da ogni parte del mondo.  Si tratta di un parco esteso su due ettari e popolato da statue gigantesche ispirate alle figure degli arcani maggiori. Talvolta paragonato al Parc Guell di Gaudì, il Giardino dei Tarocchi rappresenta un’esperienza artistico – sensoriale indimenticabile. Rientro alla Capalbiola

Entrambi i percorsi, lunghi circa 40 km, sono di difficoltà medio-bassa.

Giro d’italia – tappa 3

Prima occasione per le ruote veloci a Orbetello dopo una tappa mossa nella prima parte e quindi assolutamente pianeggiante a parte alcune piccole (e non significative) asperità negli ultimi 50 km.

Altimetria

Planimetria

Luxury Bike hotels

La Capalbiola

Toscana

“Facile accesso alla struttura da tutte le direzioni, percorsi molteplici e differenziati sia per difficoltà che per interesse privilegiato (dalla cultura alla storia, dalla natura al benessere)”

Le camere disponibili sono 7:
Salvia junior suite con letto matrimoniale, vista panoramica su maremma
Rosa canina suite deluxe con letto matrimoniale + eventuale singolo, vista
panoramica su oasi wwf, argentario e isola di Giannutri, ingresso aggiuntivo
indipendente + terrazzo con vista.

Glicine junior suite con letto matrimoniale, vista panoramica su
oasi wwf, argentario e isola di giannutri
Gelsomino junior suite con letto matrimoniale, vista panoramica su
capalbio e maremma
Mirto bianco junior suite con letti singoli o matrimoniale, ingresso
aggiuntivo indipendente, vista panoramica su capalbio e maremma
Lavanda junior suite con letto matrimoniale, ingresso indipendente e
affaccio sul parco del podere.

Altri servizi disponibili:

  • Possibilità di avere a disposizione qualificati massaggiatori
  • Dieta personalizzata per atleti
  • Vicinanza a siti termali celebri e rinomati (Terme di Saturnia e Vulci).

Cosa ci piace

  • E’ come essere nella propria dimora di campagna
  • Ogni stanza è dedicata a piante e fiori locali
  • Tipica cucina toscana preparata con amore
  • Vicinanza all’Oasi del WWF

Fonte: Luxury Bike hotels

Booking.com Award 2018

Celebriamo la tua passione e la tua dedizione.
Siamo lieti di presentarti il tuo Guest Review Award 2018.

Questo premio riconosce il lavoro che hai compiuto giorno dopo giorno, ospite dopo ospite, e mostra quanto i tuoi clienti ti hanno apprezzato e quanto siamo fortunati ad averti come partner.

Giro d’italia – tappa 4

Tappa mossa nella prima parte quindi ondulata fino all’arrivo. Si parte toccando alcune località simbolo della Maremma come Manciano e Pitigliano, per poi attraversare la Tuscia e la campagna romana fino al finale veloce, ma in leggera salita di Frascati.

Altimetria

Planimetria

Borghi Magazine

Un prezioso ecosistema ambientale circonda il comune più meridionale della Toscana, raccolto nelle sue mura medievali in cima a una collina, di fronte a un litorale magnifico: un lembo di macchia mediterranea con ginepri, pini e querce, e spiagge premiate da Legambiente con le 5 vele.

Ulisse Magazine Alitalia

Villages, castles, farmsteads and an overwhelming nature made of pastures, vineyards, pine woods by the sea and lagoons edged by sandy dunes. The Maremma, the wild heart of Tuscany, has become over the years the favorite destination for cultured, refined and eco-friendly tourists, for those who love quality with no ostentation, and love to spend their holidays in absolute relaxation staying in ancient residences or in country houses. As those located in Terre di Sacra, in Capalbio: an exclusive luxury farmhouse, immersed in the green that surrounds the Burano lake, among groves of reeds, fields, wild cattle and a never crowded beach that you can reach walking through the scrub. The first WWF Oasis of our country – created in 1922 by taking cropland from the swamps – lies inside the 1,000-hectare estate. This year the Oasis is celebrating its 50th anniversary, 50 years safeguarding the only unspoiled stretch of coastal lagoon in Continental Italy. The Oasis organizes for its guests strolls or bike rides, horse rides, boat trips to the Argentario, tours immersed in the nature and birdwatching.

The guests will enjoy the organic products of the farm – that breeds cows and Maremma horses – beach facilities and a stylish club house in the Forte di Macchiatonda, a stone’s throw from the sea.
Inland lie the “cities of tuff”, Pitigliano, Sovana and Sorana, the Saturnia Thermal Baths and the Etruscan Vulci. Rather than the sea, if you prefer to visit the historic heritage of our country, the historical houses belonging to the Dimore Storiche Italiane chain, can provide you a true experience of cultural tourism. You can start from the Castagneto Carducci Castle, located on the peak of the ancient village, whose terraces on clear days offer a view on the vineyards and the cypresses of Bolgheri, on the Tuscan Archipelago and on Corsica, too. Built in the year one thousand, it has always belonged to the Counts of Gherardesca. It guards the relics of the family and of other great figures from the past. In the square, the visitors are welcomed by the statue of Count Ugolino, the most renowned ancestor of the family, to whom Dante dedicated one of the best cantos of his Divine Comedy.
In the hinterland of Grosseto, in a village from the 12th century surrounded by cypresses and vineyards stretching as far as the eye can see, lies the Castel Porrona Relais & Spa. It’s perfect for a holiday dedicated to good food, good Tuscan wine and trips to the sea of Punta Ala and Castiglione della Pescaia. Not far is Pieve di Caminino where you have the opportunity to
live an amazing experience: staying in a (entirely private) village from the year one thousand, in one of the six romantic apartments (intentionally without TV and wi-fi connection). The horizon offers only castles and the Giglio island.

Fodor’s Travel

Sandy beaches and crystal clear water characterize the 12-kilometer stretch of beach known as Capalbio. Just north of the Lazio border, this picturesque part of Italy is actually in Tuscany, but it’s closer to Rome than it is Florence and therefore makes it an easy playground for Roman holidaymakers. Rugged and mostly untouched, there are many free public beaches and it’s also a haven for watersports lovers with many private areas dedicated to windsurfing and kitesurfing. The town center has retained its medieval look and features a number of historical markers like a fortress, a palace, churches, ancient walls, and frescoes.

Stay at the luxury country house, La Capalbiola for stunning panoramic views from the Argentario Coast towards the idyllic island of Giannutri. After your breakfast with a view, check out the beach in the warmer months and in shoulder seasons enjoy the asparagus or even truffle harvest or the Saturnia thermal springs only 30-minute drive away.

Testo estrapolato dall’articolo pubblicato su Fodor’s Travel:
fodors.com

 

Ville e Casali

Zigzag Music inaugura “What a Wonderful Jazz”

Dal 29 settembre al 13 ottobre tre incontri coinvolgenti concepiti come veri e propri “viaggi” nel mondo del jazz, guidati da una delle figure più illustri ed amate del panorama jazz europeo: il musicologo Stefano Zenni. Cornice d’eccezione, la residenza La Capalbiola, partner di Zigzag Music nell’organizzazione dell’evento insieme all’azienda agricola La Vigna sul Mare che offrirà ai partecipanti una degustazione di vini.

Stefano Zenni

“What a Wonderful Jazz”: dopo il successo della stagione estiva, Zigzag Music inaugura a Capalbio un nuovo ciclo di incontri dedicati alla musica, le “Tre conversazioni sul jazz con Stefano Zenni“. Articolati in tre sabati consecutivi dal 29 settembre al 13 ottobre dalle ore 18.30 alle 21, gli incontri sono concepiti come dei veri e propri viaggi alla scoperta della ricchezza, varietà e profondità del jazz nei suoi aspetti più diversi: una musica che ha cambiato la cultura del ‘900.

Accessibili anche ad un pubblico di non specialisti, con ascolti, filmati, immagini e aneddoti, questi percorsi saranno guidati da una delle figure più illustri del panorama jazz europeo: il musicologo Stefano Zenni. Noto in tutta Italia per il carattere coinvolgente e affascinante delle sue lezioni di jazz, Zenni è autore di vari libri, tra cui quelli dedicati a Louis Armstrong, Herbie Hancock, Miles Davis e Charles Mingus; collabora da oltre 15 anni con Rai Radio3 per programmi legati al jazz e vanta una candidatura ai Grammy Awards per le migliori liner notes. Il suo grande carisma di comunicatore lo ha reso uno dei didatti più amati dal pubblico, con collaborazioni continuative presso il Conservatorio di Bologna e di Firenze e la direzione artistica di importanti festival italiani.

Un altro grande protagonista, dunque, per un evento targato Zigzag Music che ha come obiettivo quello di proporre musica di qualità a Capalbio, prendendo slancio da un format noto e acclamato come quello di Capalbio Libri che dal 2007 ha catalizzato l’attenzione del panorama nazionale rinnovando il suo successo di anno in anno.

Così commenta la nuova manifestazione Andrea Zagami, ideatore e direttore di Zigzag Music e di Capalbio Libri: “A Capalbio si sta sviluppando una comunità di persone che amano la musica, in particolare quella dal vivo. Il nostro obiettivo è quello di portare a Capalbio musicisti ed iniziative di grande qualità. Abbiamo già realizzato con successo il concerto di un’artista rara ed esclusiva come Elena Somarè, il 29 giugno presso l’Ultima Spiaggia, e lo straordinario concerto della The Scoop Jazz Band il 31 agosto in Piazza Magenta. Con le “Tre Conversazioni sul jazz di Stefano Zenni” ci muoviamo in altro territorio, meno facile, ma sono certo che avremo una risposta positiva.”

Cornice di questa nuova iniziativa sarà la residenza di campagna La Capalbiola in collaborazione con l’azienda agricola La Vigna sul Mare che offrirà al pubblico, prima dell’inizio di ogni evento, una degustazione dei suoi vini accompagnata da un aperitivo di benvenuto.

Il primo dei tre incontri, sabato 29 settembre, è dedicato ad una delle figure portanti della storia del jazz: Louis Armstrong. Durante l’incontro dal titolo “Riscoprire Satchmo. La rivoluzione musicale di Louis Armstrong”, Stefano Zenni svelerà agli spettatori le molte sfaccettature di questo straordinario personaggio: un artista totale che ha rivoluzionato l’improvvisazione jazz, ha fondato il canto moderno e ha forgiato quel senso del ritmo che ancora trascina gli ascoltatori. Ma anche un consumato intrattenitore, uno scrittore acuto ed esilarante, e un uomo pubblico afroamericano consapevole di essere il portabandiera di una cultura oppressa eppure trionfatrice.

Sabato 6 ottobre Stefano Zenni porterà il pubblico nel suo “Viaggio nel capolavoro. Ellington canta Shakespeare: Such Sweet Thunder”: il secondo appuntamento racconta l’incontro tra jazz e drammaturgia shakespeariana, grazie al grande lavoro di Duke Ellington e del suo collaboratore Billy Strayhorn che nel 1957 composero la suite “Such Sweet Thunder” ispirandosi all’opera di Shakespeare. Attraverso l’ascolto guidato brano dopo brano, emergeranno profili inaspettati dei celebri personaggi, da Amleto a Romeo e Giulietta.
L’appuntamento di sabato 13 ottobre, dal titolo “Oltre la musica. Il jazz e la danza: come lo swing ha cambiato il nostro corpo” è dedicato al ballo: il jazz è nato come musica per ballare, e tale è rimasto a lungo. I passi introdotti dagli afroamericani hanno segnato una rivoluzione nel costume popolare moderno. Al tempo stesso la danza ha trasformato gli stili musicali, in una sorta di influenza reciproca,. Ascoltando la musica e analizzando i passi in filmati storici, dipinti, immagini d’epoca, il pubblico scoprirà come lo swing ha profondamente rinnovato la relazione tra corpo e musica nella cultura occidentale.

A tutti i partecipanti verranno suggerite letture e playlist per godere le singole conversazioni o l’intero ciclo.
Così Stefano Zenni descrive la manifestazione:“Un posto magnifico, all’insegna della musica più emozionante. Le tre conversazioni sono state pensate per scoprire insieme tre momenti importanti del jazz, attraverso una serie di ascolti, filmati, immagini, per guidare anche l’ascoltatore meno esperto nelle meraviglie della musica. E ad ogni appuntamento saranno distribuite anche guide all’ascolto e all’approfondimento realizzate appositamente per i partecipanti, per proseguire la scoperta della musica anche al di là di queste occasioni”

I posti sono limitati con obbligo di prenotazione ai contatti info@zig-zag.it – tel. 0564 1643233. Il costo di partecipazione al singolo evento è di €15, con sconti previsti per chi si prenota per l’intero ciclo. Nel costo è compresa la degustazione di vini offerta dall’azienda La Vigna sul Mare, accompagnata da un aperitivo di benvenuto con specialità tipiche del territorio. I biglietti per l’evento sono acquistabili anche in prevendita online tramite il circuito Eventbrite, al link http://bit.ly/eventbriteZIGZAG.

CONTATTI
Residenza di campagna “La Capalbiola”
Strada dell’Origlio 10/A, tel. 0564 1643233, cell. 339 8200924
Informazioni e prenotazioni: mail info@zig-zag.it, tel. 0564 1643233
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei – tel. +39.328.1743236 info@fiorenzagherardi.com